Titolo

110° Anniversario di Denon vol.3 Intervista con Takashi Arai, Ingegnere degli amplificatori

How to find the perfect headphones for your holidays

Denon festeggia il suo 110° anniversario nel 2020. Cogliendo l'opportunità di celebrare questo traguardo, pubblichiamo una serie di articoli sulla storia di Denon, la sua solida filosofia, la mentalità artigianale, i notevoli prodotti e le interviste con le persone chiave sul nostro blog ufficiale. In questo terzo articolo, abbiamo parlato con Takashi Arai, che è stato coinvolto nella progettazione degli amplificatori Denon sin dagli anni '90.

 

LA STORIA DEGLI AMPLIFICATORI DI POTENZA DI DENON INIZIA DAI GIORNI DEL GRAMOFONO ELETTRICO

 

Denon 110 Year Anniversary

 

Abbiamo intervistato molte volte il signor Arai per il blog ufficiale di Denon sugli amplificatori Hi-Fi. Dato che è il 110° anniversario di Denon, vorrei chiederti della storia di Denon, concentrandomi sui tuoi amplificatori di potenza. Denon ha una lunga storia di amplificatori?

Arai: Dunque, la prima parte dei 110 anni di storia è tutta incentrata sul grammofono. Tuttavia, poiché il grammofono utilizza l'elettricità (venne inizialmente chiamato grammofono elettrico) esisteva già un amplificatore sviluppato per rispondere alla necessità di amplificazione elettrica di quei prodotti.

 

Quando hai scoperto per la prima volta gli amplificatori Denon?

Arai: Quando ero al liceo, mi sono innamorato delle apparecchiature audio. A quel tempo, Denon aveva gli amplificatori integrati PMA-950 e PMA-970 e li ammiravo molto. Ovviamente c'erano anche amplificatori separati più costosi. Per me, un amplificatore separato era solo un sogno ma pensavo che avrei potuto acquistare un PMA-950 se avessi lavorato part-time mentre ero uno studente universitario.

 

Denon 110 Years

PMA-980 Amplificatore integrato (Denon Museum)

 

Sei entrato in Denon dopo la laurea, vero?

Arai: Sì, sono entrato in azienda nel 1986. All'inizio sono stato assegnato ad apparecchiature professionali, display tecnici per personal computer e lettori CD per DJ. Nel 1994 sono stato trasferito alla sezione sviluppo amplificatori. Il primo amplificatore su cui ho lavorato era un amplificatore per karaoke.

 

SUONO DI QUALITÀ IDEALE CON LA MIGLIORE TECNOLOGIA.

"S1" è l'origine degli amplificatori Denon

 

Quando sei stato coinvolto per la prima volta per gli amplificatori Hi-Fi?

Arai: Ho iniziato a lavorare con gli amplificatori Hi-Fi per il mercato domestico intorno al 1995. Da allora mi occupo di amplificatori Hi-Fi e lavoro da 25 anni.

 

Qual era la reputazione degli amplificatori Denon quando hai iniziato a progettare amplificatori Hi-Fi negli anni '90?

Arai: A quei tempi gli amplificatori Hi-Fi vendevano abbastanza bene all'estero, ma non erano affatto venduti qui in Giappone. La quota di mercato interno era dominata da diverse altre aziende. Questa situazione spinse Denon a iniziare la produzione della nuova serie S1 top di gamma, intorno al 1993.

 

Cos'è la Serie S1?

Arai: S1 sta per "Sensitive One", che significa "qualcosa che coinvolge i sensi". La Serie S1 era una serie di prodotti che cercavano di creare il miglior prodotto possibile mettendo insieme più tecnologie. Penso che questo sia stato in parte dovuto alla bolla economica dell'epoca e che siamo stati in grado di sviluppare la Serie S1 con l'obiettivo di creare in assoluto il miglior prodotto possibile in quel momento. La serie includeva anche un lettore CD e un amplificatore. Posso anche aggiungere che l'amplificatore di potenza era troppo pesante per essere trasportato.

 

Un amplificatore che non può essere trasportato da una sola persona. In che senso?

Arai: Sì, era un amplificatore monofonico chiamato POA-S1 e uno singolo pesava 79. Ho persino acquistato un carrello speciale con un martinetto idraulico per sollevarlo all'altezza della scrivania per lo studio del suo sviluppo e della qualità del suono.

 

Per amplificatore monofonico, intendi che avevi bisogno di due POA-S1 per la riproduzione stereo?

Arai: Si. Inoltre, PRA-S1 era un preamplificatore con una configurazione bilanciata con una struttura a due telai in cui l'unità di controllo e l'unità di alimentazione erano indipendenti l'una dall'altra.

 

Amplificatore di potenza monofonico POA-S1 (Denon Museum)

 

Quindi, hai bisogno di quattro unità per avere la sezione di controllo, la sezione di alimentazione e due amplificatori mono.

AraiSi.

 

È incredibile.

Arai: Quella volta ci fu detto di realizzare i migliori prodotti dal direttore dello stabilimento. Il prezzo al dettaglio degli amplificatori mono era di 2 milioni di yen giapponesi ciascuno, o 4 milioni di yen per due e quello del preamplificatore PRA-S1 era di 1,5 milioni di yen.

 

Questo significa che Denon aveva raffinato generosamente la tecnologia fino a quel punto?

Arai: Non solo, è stato significativo introdurre nuove tecnologie che non erano mai state realizzate prima.

 

Com'era la nuova tecnologia?

Arai: Innanzitutto, l'UHC-MOS (Ultra High Current-MOS) è stato il primo circuito ad essere utilizzato nell'audio. Questo era un singolo elemento che poteva trasportare una grande corrente. All'epoca il nostro dipartimento di ricerca analizzava vari semiconduttori mentre esaminava le loro caratteristiche con il dipartimento di sviluppo e alla fine usavamo semiconduttori industriali.

 

Non per uso audio?

Arai: In quel momento non esistevano elementi audio in grado di produrre l'alta corrente che stavamo cercando. Quindi il responsabile di allora, che era anche un mio collega, trascorse sei mesi da solo in un dormitorio a Kawasaki alla ricerca di un elemento ad alta capacità che potesse essere utilizzato per UHC-MOS e facendo ricerche su come usarlo per l'audio.

 

Quindi lo trovò nei semiconduttori industriali?

AraiArai:Sì. Ma poiché non era per uso audio, era limitato nel suo utilizzo. Abbiamo dovuto fare molte ricerche per superare questi limiti e renderlo adatto all'uso audio. Era, principalmente, uno sforzo rivolto alla progettazione del circuito.

 

Quali altre nuove tecnologie erano state introdotte nella Serie S1?

AraiArai:Era nuovo anche l'uso della tecnologia della fusione in sabbia all'interno.

 

Come è stata utilizzata?

AraiArai:C'era un telaio in fusione di sabbia all'interno della piastra di alluminio dorato e le parti venivano così posizionate. In questo modo, le vibrazioni indesiderate potevano essere completamente eliminate. Tuttavia, la fusione in sabbia richiede una certa quantità di spessore, quindi il telaio diventa inevitabilmente più grande di una certa dimensione.

 

C'era una spessa struttura in fusione nel telaio.

AraiArai:Giusto. In un telaio fuso in sabbia, il punto in cui sono fissati il pannello e le parti viene tagliato mediante lavorazione per creare una superficie piana o per realizzare un foro per la vite. Anche questo era un metodo che non era possibile attuare con le apparecchiature audio convenzionali.

 

Denon 110 Years

Catalogo dell'amplificatore di potenza monofonico POA-S1

 

Così tanti "primati". Consideri la Serie S1 come l'aggiornamento di maggior importanza nella storia degli amplificatori di Denon, che dura da 110 anni?

Arai: Sì, penso che sia un prodotto essenziale nella storia degli amplificatori Denon.

 

Vedo che molte delle tecnologie utilizzate per la prima volta nell'S1 sono state delle scoperte e sono ancora in uso oggi come parte della tradizione degli amplificatori Denon.

Arai: Penso che sia giusto dire che l'UHC-MOS, il cuore degli amplificatori Denon e gli amplificatori bilanciati per tutti gli stadi sono le radici degli amplificatori Denon di oggi.

 

Quali sono le caratteristiche del suono dell'amplificatore Denon?

Arai: Quello che dico costantemente è "finezza e forza allo stesso tempo". Questa è una caratteristica degli UHC-MOS.

 

È possibile perché l'UHC-MOS è in grado di fornire un flusso di corrente istantaneo di elevate intensità?

Arai: La parte di "potenza" è reale e il singolo circuito push-pull consente di amplificare il segnale in un unico punto, il che contribuisce alla "finezza" del suono.

 

Quindi, S1 è l'origine dell'amplificatore integrato Denon.

Arai: È assolutamente vero.

 

I CAMBIAMENTI DI MODELLO DELLA SERIE PMA-2000 DURATI UN QUARTO DI SECOLO

 

Quali sono alcuni dei prodotti più memorabili che hai realizzato negli anni nel campo dell'ingegneria degli amplificatori Denon?

Arai: Uno dei modelli su cui ho lavorato che è ancora nella serie è PMA-2000. L'attuale modello è PMA-2500NE, che ha già un numero di parti che supera il modello 2000. La serie PMA-2000 è durata sette generazioni, seguita dall'attuale PMA-2500NE. Quindi immagino che in realtà siano otto generazioni. Ora, poiché è il nostro 110° anniversario, volevo che PMA-A110 Anniversary Edition fosse un modello audace degno di un prodotto commemorativo.

Denon 110 Years

Amplificatore integrato PMA-A110 Serie Anniversary

 

La serie PMA-2000 ha subito modifiche di modello per un quarto di secolo, ma per te quale modello è particolarmente degno di nota?

Arai: La prima generazione. Fino ad allora gli amplificatori Denon non si vendevano bene in Giappone. Quindi, quando stavamo sviluppando PMA-2000, abbiamo cambiato il processo di sviluppo degli amplificatori precedenti e li abbiamo resi completamente nuovi.

 

Denon 110 Years

Amplificatore integrato PMA-2000 (Denon Museum)

 

Eravate decisi a cambiare gli amplificatori di Denon?

Arai: Sì, lo eravamo. Questo è il motivo per cui li abbiamo progettati con l'obiettivo di superare le prestazioni degli amplificatori di altre aziende che all'epoca erano molto venduti.

 

Questo dà l’idea che sia stato necessario molto lavoro tecnico.

Arai: Ho cercato di migliorare l'amplificatore non solo in termini di tecnologie come valori di uscita e distorsione, ma anche in termini di attrattiva come prodotto. Questo è il motivo per cui ci siamo impegnati a creare un amplificatore potente, che ha finito per renderlo più grande e più pesante. I precedenti amplificatori di Denon erano piccoli e leggeri rispetto ai modelli della stessa fascia di prezzo. Le dimensioni erano un fattore importante nei prodotti audio di quel tempo. Uno dei recensori di quei tempi pesava tutto su una bilancia e usava questa indicazione nei propri criteri di valutazione.

 

Quali altre innovazioni avete fatto?

Arai: Abbiamo usato UHC-MOS, che è stato molto apprezzato nell'S1. PMA-2000 era un modello con un costo di 100.000 yen giapponesi, quindi dovevamo trovare un altro elemento che fosse competitivo in termini di costi e potesse trasportare molta corrente.

 

Denon 110 Years

 

È stato un lavoro più difficile.

Arai: Non è stato solo difficile, ma ha anche generato problemi imprevisti. All’inizio trovai un buon elemento. Lo utilizzai per realizzare prototipi e condurre test, ma poi il dispositivo è diventato improvvisamente non disponibile per la vendita. Ero molto sorpreso. Quindi, siamo tornati al tavolo di progettazione per trovare un altro elemento e alla fine siamo riusciti a trovare una soluzione.

Volevamo competere nella stessa fascia di prezzo al dettaglio dei nostri rivali, quindi il prezzo è stato fissato a 100.000 yen giapponesi, ma dal punto di vista del profitto, avremmo dovuto venderlo da 140.000 a 150.000 yen giapponesi. Il costo dei materiali era così alto che non potevamo ricavarne un profitto. Ecco perché il responsabile della sezione ha detto: "Se non possiamo avere successo con questo modello, smetteremo di produrre amplificatori tutti insieme".

 

Ma, dopotutto, PMA-2000 è stato un grande successo.

Arai: Sì. È stato accolto con grande interesse da molti audiofili e alla fine è stato un successo. È diventata una serie molto venduta e le vendite continuano ancora oggi. Lo uso ancora come esempio di ottima costruzione e non ho cambiato una sola parte degli stampi che ho realizzato per PMA-2000.

 

Dimostrazione di quanto fosse perfetto. Qual è stato il motivo per cui PMA-2000 è diventato un successo?

Arai: Penso che il raggiungimento della "combinazione di finezza e potenza" per cui Denon è famosa per la Serie S1 e che sia stato molto apprezzato il prezzo al dettaglio di 100.000 yen giapponesi. PMA-2500NE è la spina dorsale della linea di amplificatori Denon, quindi penso sia giusto dire che PMA-2500NE è l'incarnazione del suono di Denon. Tutto questo raggiunge la sua massima espressione con il nuovo modello limitato PMA-A110, che dispone persino delle tecnologie che in precedenza erano utilizzate solo nella nostra punta di diamante della Serie SX, disponibile solo in Giappone.

 

LA FUNZIONE DELL'AMPLIFICATORE È SEMPLICE. MA LE NECESSITÀ CAMBIANO A SECONDA DEI COMPONENTI DA COLLEGARE

 

Come vedi l'evoluzione degli amplificatori Denon in futuro?

Arai: La funzione di un amplificatore è semplice: aumentare il segnale audio in ingresso. Non cambieremo la capacità di riprodurre la musica in modo accurato, questo è certo. Credo anche che le caratteristiche di "finezza e potenza" dell'amplificatore Denon e la nuova filosofia del suono dell'azienda "Vivid and Spacious" ci porteranno nel futuro.

Tuttavia, l'amplificatore non produce il suono da solo. La musica viene riprodotta solo quando lui riceve un segnale da un lettore, la sorgente di un suono, e lo invia ai diffusori acustici che producono il suono. Questo è il motivo per cui penso che le capacità richieste possano cambiare al variare dei componenti connessi.

 

Denon 110 Years

 

Ad esempio, I diffusori acustici di grandi dimensioni che una volta erano comunemente usati, come quelli dotati di un woofer da 38 cm (~ 15 pollici), non sono più molto utilizzati in questi anni, quindi ci sono meno situazioni che richiedono grandi quantità di potenza istantanea da parte dell'amplificatore. D'altra parte, le sorgenti sonore come i lettori SACD e le sorgenti sonore ad alta risoluzione sono aumentate di numero. Di conseguenza, gli amplificatori devono essere in grado di amplificare accuratamente suoni più delicati e dettagliati. Credo che, in futuro, gli amplificatori si evolveranno in questa direzione.

 

Grazie mille per il tempo che ci hai dedicato oggi.